02 mag 2017

L'ENFASI DELLE PRIMARIE



NON SI CAPISCE DOVE STA LA SORPRESA ! NON ERA FORSE SCONTATO CHE RENZI STRAVINCESSE ALL' INTERNO DEL SUO PARTITO..DOPO AVERLO GESTITO PER TRE LUNGHI ANNI ASSUMENDO ANCHE LA CARICA DI PREMIER E QUINDI FAVORENDO INCARICHI E PUNTI DI FORZA RITORNATIGLI UTILI?..
di vincenzo cacopardo

Si poteva forse pensare il contrario?..Una vittoria del suo compagno di governo Orlando? ..O un successo maggiore per Emiliano?

I dati restano quasi definitivi..ma Renzi sembra attestarsi sul 70% dei consensi...il ministro Orlando arriva secondo ottenendo il circa il 20% e Michele Emiliano sfiora il 10%.

Se queste primarie riconsegnano la leadership del Pd a Matteo Renzi. facendolo ritornare al timone del partito...è anche vero che oltre che scontato il risultato è frutto di un inferiore numero di partecipanti: Rispetto alle precedenti primarie si perdono tra l'uno e i due milioni di voti.


Le primarie ..pur restando un vanto da parte di un Partito che si definisce ancora di sinistra per decantare un tipo di meccanismo preelettorale...rimangono pur sempre ricche di fraudolente manovre a beneficio di chi è al comando del Partito. Ma quello che stupisce di più è la esaltazione da parte di una certa stampa nazionale che porta in prima pagina i risultati di questa competizione con estrema esagerazione..quasi fosse il definitivo risultato di elezioni politiche nazionali
Il successo scontato di chi, dopo la mazzata del referendum, si era definito ormai fuori dalla politica, potrebbe somigliare ad una vittoria di Pirro..dato il fatto che non esiste ancora una legge elettorale capace di far intravedere la formazione di un possibile governo nazionale. Non è detto.. inoltre.. che non possano nascere altre scissioni interne in seno al partito. Tuttavia l'enfasi portata dalla stampa.. e da chi si muove dietro le quinte della nostra politica istituzionale... sembra sempre prevalere il favore del sindaco d'Italia fiorentino.
Questo Partito ha dimostrato tutta la sua risibile debolezza: Dopo gli errori macroscopici del suo saccente segretario e la sconfitta al referendum, ha avuto l'insensata impresa di riaffidare la segreteria a chi aveva più volte sottolineato la sua chiusura con la politica... .Come nulla sia successo! 
Si parla solo di plebiscito! 
Ricordiamoci che le primarie possono avere uno scopo utile solo se si apprezzano i veri meriti di chi vi partecipa...Ma sembra più che chiaro che non può mai essere il Partito stesso a presentare una lista di piacimento per farla digerire di forza ai cittadini!... Malgrado ciò quella di Renzi viene portata avanti come una resurrezione politica di chi.. per sua stessa volontà.. aveva deciso di chiudere definitivamente ogni contatto con la politica. Sono i controsensi di una politica odierna che lavora solo per imporre figure e mai programmi o studi di ricerca più appropriati per la crescita e lo sviluppo sano del Paese.


Nessun commento:

Posta un commento